Marcel Breuer


Nel 1920 Breuer lasciò il suo paese, l'Ungheria, per studiare pittura all'Accademia di Vienna. Pochi mesi dopo si iscrisse al Bauhaus.
Nell'arredamento Breuer è stato un pioniere nell' uso del tubo d' acciaio, disegnando tra l'altro un "classico" come la poltrona Wassily.
Negli anni Trenta continuò la sperimentazione con il compensato curvato e l'alluminio. Nel 1933 progetto' con Alfred e Emil Roth alcuni appartamenti a Doldertal, Zurigo, che divennero ben presto un manifesto dell'International Style. Dopo un breve soggiorno a Londra tra il 1937 e il 1941 collaborò con Walter Gropius negli Stati Uniti. Nel 1946, dopo aver lasciato la cattedra di architettura a Harvard, aprì uno studio a New York. Fra i suoi lavori il palazzo dell'Unesco a Parigi (1952-58) e il Whitney Museum of American Art di New York (1966).